Vale oltre 1 miliardo di dollari: Bitcoins gettonati su Ethereum Tops 100.000

18. September 2020

La fornitura totale di bitcoin gettonati sulla rete dell’Ethereum ha toccato i 100.000 esemplari. Al momento di scrivere, la valutazione della fornitura gettoniera di BTC ha già superato il miliardo di dollari.

I bitcoins sono stati gettonati a un tasso rapido per l’uso sulla catena di blocco dell’Etereum. Appena dieci giorni fa, la fornitura di BTC sulla più grande piattaforma di sviluppo di contratti intelligenti del mondo era di 73.000. Ora quel numero ha raggiunto le 100.000 unità. Di conseguenza, la valutazione della fornitura di Bitcoin Revolution sull’Ethereum ha superato il miliardo di dollari.

La fornitura di Bitcoin su Ethereum raggiunge i 100.000

Secondo i dati di Dune Analytics, un fornitore gratuito di analisi dell’Ethereum, il numero di bitcoin gettonati sulla seconda rete a catena di blocco più grande ha raggiunto la soglia dei 100.000. Ciò corrisponde a circa lo 0,5% dell’offerta totale di BTC. Di conseguenza, la valutazione della fornitura di bitcoin sull’Ethereum ha superato il miliardo di dollari.

Wrapped BTC (WBTC) e RenBTC dominano il mercato dei Bitcoin sull’Etereum, con una circolazione di gettoni che raggiunge quasi 70.000 e 20.000, rispettivamente. Questo rappresenta un apprezzamento del 1684 percento in soli tre mesi da quando Elias Simos ha lanciato per la prima volta il Bitcoin sul cruscotto dell’Ethereum sulla piattaforma Dune.

Come riportato da CryptoPotato l’8 settembre, la fornitura di bitcoin gettonati su Ethereum si è attestata a quasi 73.000. In soli dieci giorni, la cifra è cresciuta del 36%.

Questo dimostra il fatto che gli investitori di BTC, annoiati dalla recente e poco brillante azione dei prezzi delle attività criptate, stanno mettendo a frutto le loro partecipazioni per entrare nell’animata azione del mercato DeFi.

Come sta accadendo?

Gli utenti stanno utilizzando due modi principali per tokenizzare le loro partecipazioni Bitcoin sull’Ethereum – custodiale e non custodiale. Attraverso il processo di custodia, i possessori di BTC inviano alcuni o tutti i loro bitcoin ad un depositario centralizzato. E ricevono in cambio un importo equivalente di gettoni BTC.

L’altra soluzione prevede una funzione di deposito a garanzia decentralizzato, in cui un contratto intelligente accetta la garanzia originale del bitcoin e conia il numero corrispondente di monete BTC a gettone. Il deposito a garanzia mantiene i fondi bloccati fino a quando l’utente non li recupera in cambio dei bitcoin depositati.

Nel primo metodo, c’è il rischio di appropriazione indebita di fondi da parte della parte centralizzata, e il secondo potrebbe causare agli utenti di perdere i loro BTC per cortesia di errori umani durante le transazioni.

L’Ethereum sta diventando la soluzione leader di livello 2 per BTC

Nonostante la presenza di due soluzioni per Bitcoin come la Lightning Network e la Liquid Network, Ethereum si sta imponendo come lo strato transazionale fuori catena dominante per BTC.

Questo andrà a beneficio di Ethereum? Diciamo che se molti bitcoin (leggi le versioni tokenizzate di BTC) stanno effettuando transazioni sulla rete pubblica a catena di blocco, allora questo potrebbe aumentare l’utilità di Ethereum come rete globale per il trasferimento di valore.

Inoltre, come da un post sul blog di Binance, l’ecosistema DeFi potrebbe trarre grande beneficio dalla rapida proliferazione di Bitcoin sull’Ethereum.

Potrebbero esserci servizi finanziari decentralizzati basati su bitcoin tokenized. DEX basati su BTC, mercati di prestito, pool di liquidità e quant’altro esiste in DeFi potrebbero essere tutti denominati in BTC. Il successo del bitcoin tokenized bitcoin potrebbe anche incoraggiare altri tipi di attività a migrare verso la rete Ethereum.

La maggior parte dei progetti sono ancora in fase iniziale, e la tecnologia che sta dietro di loro ha molto spazio per migliorare. Tuttavia, ci sono sicuramente sviluppi interessanti da questo punto di vista, si legge sul blog.